Come contattarci:

L'indirizzo di posta elettronica cui inviare comunicati stampa e interventi è il seguente: latiano.splinder@libero.it

I gestori del blog declinano ogni responsabilità in merito a testi inviati dai lettori. In particolare apponendo la propria firma sui comunicati e/o interventi, l'autore si assume ogni responsabilità riguardo al contenuto degli stessi.

domenica 27 novembre 2016

Maiorano: "Le opposizioni cercano di scaricare le proprie responsabilità"

Riceviamo e pubblichiamo:

"LE OPPOSIZIONI FERITE DALLA SCONFITTA ELETTORALE
FURBESCAMENTE CERCANO DI SCARICARE LE PROPRIE RESPONSABILITÀ

Da qualche tempo è partita un’infamante campagna del fango finalizzata a screditare il Sindaco Maiorano e la sua Amministrazione Comunale che dal primo giorno del suo mandato cercano con dedizione, onestà e competenza di risolvere le tante malefatte provenienti dal lontano e recente passato.
L’eredità che l’amministrazione Maiorano ha ricevuto è la seguente:
-un patto di stabilità sforato dal quale sono derivati minori trasferimenti  dal governo centrale e il  blocco  delle assunzioni;
-edifici scolastici  privi da anni non solo di manutenzione straordinaria ma anche ordinaria e sprovvisti di ogni misura di sicurezza.  Alcuni di questi necessitano addirittura di essere demoliti in quanto  pericolanti;
-il teatro Olmi inaugurato in passato pur in assenza di collaudo e del certificato di agibilità;
-strade ridotte a colabrodo per assenza di interventi non eseguiti da oltre quindici anni;
-inesistenza di posti nel cimitero comunale per la mancanza assoluta di una seria programmazione nel passato;
- finanziamenti pubblici in procinto di essere persi per decorrenza dei termini;
-una Caserma dei Carabinieri totalmente inagibile;
-l’Azienda Speciale Caterina Scazzeri, sin dal momento della sua costituzione, priva di ogni bilancio contabile e con un  Direttore processato e condannato in primo grado per peculato a due anni e dieci mesi di detenzione e con l’interdizione dai pubblici uffici per il medesimo periodo.                          

TUTTO QUESTO SCEMPIO E’ STATO EREDITATO DAL SINDACO MAIORANO
L’unica colpa è stata quella di non denunciarlo ai cittadini il giorno successivo alle elezioni.
Di contro, con umiltà, dedizione, trasparenza,  oculatezza e nell’assoluto silenzio, nel primo anno del mandato elettorale si è  recuperato (perché era ormai quasi definitivamente perduto) il finanziamento di € 800.000,00 per la riqualificazione e valorizzazione del sistema museale – polo mussale attraverso il restauro e l’allestimento dell’ex convento dei Domenicani.
Si è recuperato (perché anch’esso era ormai andato quasi definitivamente perduto) il finanziamento di € 1.102.600,00 per lavori di trasformazione dell’ex cinema Tanzarella e dell’ex mercato coperto i cui lavori partiranno a giorni.
Nel corso dell’estate appena passata si sono realizzati molteplici interventi per la messa in sicurezza delle scuole.
Si sono attivati lavori per un nuovo ampliamento ed adeguamento dei locali assegnati al liceo “Palumbo”, a cui seguirà un ulteriore, e definitivo ampliamento al realizzarsi della permuta con la ASL per l’acquisizione, da parte del Comune, dei locali che oggi ospitano il poliambulatorio in via Papa Giovanni XXIII e per la cessione alla ASL dei quattro locali centrali del cosiddetto “centro commerciale” costruito in via Roma dalla Giunta – De Giorgi.
Si sono portati a compimento i lavori, avviati dalla precedente Amministrazione Comunale, per il recupero e la valorizzazione della casa Giuseppe Lamarina, ubicata in via Roma, che diverrà sede del centro polivalente comunale già intitolato a Graziano Zizzi.
Sia nell’anno scolastico 2015 – 2016, sia nell’anno scolastico 2016 – 2017 si è anticipato di circa un mese, rispetto ai precedenti anni scolastici, l’avvio della mensa scolastica.
Si è riusciti a conseguire l’agibilità del teatro comunale Olmi: aperto al pubblico già da qualche anno ma senza questo fondamentale riconoscimento.
Si è affrontata, senza riserve, esponendosi a critiche ed a polemiche, la questione relativa all’individuazione della nuova sede della Caserma dei Carabinieri, in ragione del fatto che l’attuale sede di via Attilio Spinelli risulta strutturalmente inidonea ormai da più di venti anni. Per la prima volta nella storia di Latiano, si sono destinate a questo scopo risorse del Bilancio comunale (in passato si sono elaborati numerosi progetti, “dimenticando” di mettere da parte le risorse necessarie a realizzarli). In via Dalmazia sarà realizzata la “cittadella  della sicurezza”  ove  saranno  i Carabinieri, i  Volontari della Protezione Civile e quelli  dell’Associazione dei Vigili del Fuoco Volontari.
Si è dato un serio impulso al riavvio del procedimento tecnico – amministrativo – politico che dovrà condurre all’adozione del Piano Urbanistico Generale ed a tal proposito si è costituito uno specifico “Ufficio di Piano” dotato di professionalità diversificate (il geologo, il paesaggista, l’archeologo, tra gli altri) che contribuiranno alla migliore definizione di questo importante strumento di programmazione del consumo responsabile del nostro territorio.
Si sono attivati i lavori per la sostituzione del ponte sul canale Reale nei pressi dell’incrocio con la via per San Vito dei Normanni, muovendo in tal modo un passo concreto verso il miglioramento della viabilità nel tratto stradale interessato.
Si è realizzato un impianto fotovoltaico e pompe di calore nelle scuole “Filippo Errico” e “Benedetto Croce”.
Si è intercettato un finanziamento che ha consentito di effettuare indagini sulla sicurezza dei solai di alcuni edifici scolastici.
E poi rivendichiamo alla nostra coalizione politica alcune sensibilità caratterizzanti, come l’impegno profuso per la costante valorizzazione della filiera corta, la collaborazione attivata e ripetutamente riproposta con le associazioni dei consumatori, la ricerca di sponsorizzazioni da parte dei privati su iniziative culturali volute e programmate dall’Amministrazione Comunale, il dialogo cercato ed instaurato con la comunità musulmana, l’attivazione degli organismi di partecipazione (Consulte e Forum) previsti dallo Statuto comunale.
Si è lavorato tanto ed i frutti di questo primo anno si vedranno meglio già nei prossimi mesi.
Si entra ora in una fase nuova del nostro impegno ed abbiamo bisogno dell’apporto di tutti.
Da oggi in poi, sarà nostra cura intensificare la comunicazione e moltiplicare l’informazione verso i cittadini su ciò che si sta realizzando (ovviamente anche sulle difficoltà che ancora si incontreranno).
Chiediamo ai cittadini latianesi di esserci vicini, di tenerci d’occhio, di non smettere mai di sollecitarci, di criticarci, di fornirci dei suggerimenti.
Latiano, 25 novembre   2016
Costruiamo, insieme, una Latiano migliore
f.to Il Sindaco, gli Assessori e i Consiglieri di maggioranza".

----------------------------
LA VOCE DI LATIANO: il blog dei latianesi  

Referendum / mercoledì 30, "le ragioni del NO", con Melica e Romano

Riceviamo e pubblichiamo:

"Le ragioni del “NO”.
Il Comitato per il “NO” al Referendum del prossimo 4 dicembre organizza a Latiano, per mercoledì 30 novembre alle ore 18 presso la sala “Flora” di palazzo Imperiali, un incontro – dibattito sul tema: “La ragioni del no al referendum”.
Introdurrà  il prof. Govanni Calcagno; relazioneranno il prof. Luigi Melica, ordinario di Diritto Costituzionale e Comparato dell’Università del Salento, e Pino Romano, consigliere regionale del Partito Democratico; modererà i lavori il prof. Ferdinando Parlati.
Seguirà il dibattito.
La cittadinanza è invitata a partecipare".

-------------------------
LA VOCE DI LATIANO: il blog dei latianesi  

Referendum / martedì 29, "SI alla riforma costituzionale", con Mariano, Bruno e Monopoli

Riceviamo e pubblichiamo:

"Martedì 29 Novembre 2016, alle ore 19.00, presso la Sala Flora di Palazzo Imperiali, Latiano (BR) ci sarà un incontro sul "SI alla Riforma Costituzionale", Interverrà,
l'On.le Elisa Mariano, Deputata Pd Maurizio Bruno, Presidente della Provincia di Brindisi, Mario Monopoli, componente dell'Assemblea Regionale del Partito Democratico, Vincenzo Francioso, segretario del circolo Partito Democratico di Latiano.
Un momento di discussione e di approfondimento sulla Riforma Costituzionale, un occasione per capire i benefici che la riforma porterà all'Italia.
Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare".

--------------------------
LA VOCE DI LATIANO: il blog dei latianesi

mercoledì 23 novembre 2016

Referendum: un incontro a cura dei "Conservatori e Riformisti"

Riceviamo e pubblichiamo: 


"Le ragioni del No al Referendum Costituzionale al centro dell’incontro  “Questa volta No! Una scelta consapevole”.
L’iniziativa avrà luogo domani, giovedì 24 novembre, h.18, a Latiano presso Saletta Imperiali in via Attilio Spinelli.
All’incontro interverranno l’avv. Claudio Ruggiero, l’avv. Gianfranco Errico, la dott.ssa Maria Spinelli.
Conclude il senatore dei Conservatori e Riformisti,  Vittorio Zizza, vice presidente della 13^ Commissione Ambiente, Territorio e Beni Ambientali al Senato.
Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.
f.to Dott.ssa Maria Spinelli
Coordinatrice  Conservatori e Riformisti - Latiano".

----------------------------
LA VOCE DI LATIANO: il blog dei latianesi 

venerdì 18 novembre 2016

Al via il progetto "L'Appia dei Messapi: dalle Murge al Salento": si punta a valorizzare e mettere in rete i beni culturali

Riceviamo e pubblichiamo:

"Si avvia ufficialmente lunedì 21 novembre a Latiano il progetto “L’Appia dei Messapi: dalle Murge al Salento” finanziato nell'ambito  dei SAC (Sistema Ambientale Culturale). Il progetto nasce da un finanziamento che l’Amministrazione Comunale di Latiano – Assessorato Cultura e Turismo,  ha intercettato nei suoi primi mesi di insediamento nell’ambito del Programma Quadro Rafforzato “Beni ed Attività Culturali”- Fondo di Sviluppo e Coesione 2007/2013.
Il progetto mira a  valorizzare, mettere in rete e gestire i beni ambientali e culturali del territorio attraverso un sistema integrato di attività, allestimenti e  comunicazione. Oltre a Latiano sono coinvolti i comuni di Francavilla Fontana, Mesagne, Oria, San Donaci, San Pancrazio Salentino, San Pietro Vernotico, Torre Santa Susanna e Villa Castelli. Il comune capofila è Mesagne ed il finanziamento ammonta € 273.326,00.
“L’Appia dei Messapi : dalle Murge al Salento”, oltre a valorizzare la fruizione dei beni artistici, culturali, paesaggistici, religiosi ed enogastronomici, si propone l’obiettivo di destagionalizzare l’offerta turistica tracciando itinerari chiari e tematici, fondamentali per il turista, rafforzando la collaborazione tra comuni limitrofi nella valorizzazione e promozione del territorio che può facilmente tradursi in maggiore occupazione.
Gli itinerari che si svilupperanno all’interno del progetto sono di tre tipologie. Un itinerario storico culturale, uno religioso ed uno enogastronomico, con percorsi differenziati che potranno essere scelti dai turisti.
Oltre agli itinerari, il progetto consentirà di allestire un Info Point Sac con un operatore e un servizio finanziato di guide turistiche. Inoltre, con le attrezzature e gli arredi  previsti  dal progetto sarà allestita una sala convegni presso il Polo Museale (100 sedie, schermo video, impianto  di proiezione e sistema  audio composto da un mixer, microfoni e casse) e  verrà integrata l’attrezzatura con una stampante multifunzione,  un PC  All in One, un armadietto contenitore e dei cubi di arredamento.
Il finanziamento SAC è un progetto collocato all’interno di una strategia che si integra in un processo di aggregazione tra Comuni, così come per un altro finanziamento, quello del MIBACT, consegnato il 5 Settembre 2016, che ha l’obiettivo di elevare la qualità della progettazione in campo culturale e che potrà essere la base di partenza per lavorare sulla stesura del Piano Strategico della Cultura 2014/2020 (PIIIL) promosso dalla Regione".

-------------------------------------------
LA VOCE DI LATIANO: diamo voce ai latianesi

martedì 15 novembre 2016

giovedì 10 novembre 2016

Al via la riqualificazione dell'ex Mercato Coperto e dell'ex Cinema Tanzarella

Riceviamo e pubblichiamo:

"OGGETTO: Avvio lavori di riqualificazione area ex cinema Tanzarella ed ex mercato coperto. Comunicato stampa.

Inizieranno nei prossimi giorni importanti lavori di riqualificazione urbanistica del centro urbano di Latiano, mediante ristrutturazione dell’ex cinema Tanzarella e demolizione dell’ex mercato coperto.
L’intervento è finalizzato a consegnare, ai giovani in particolare e comunque alla cittadinanza tutta, un Centro di aggregazione polivalente, sottraendo spazi al degrado ed all’abbandono, intensificando la rete dei servizi a presidio del territorio, incrementando le opportunità di inclusione, migliorando le condizioni di vivibilità di tutti i cittadini.
L’opera che sarà realizzata è scaturita da un percorso di progettazione partecipata che ha visto, tra i protagonisti, anche le Associazioni e le Cooperative presenti sul territorio, coinvolte al fine di individuare lo spazio urbano su cui intervenire, le attività ed i servizi da realizzare.
Insomma, l’intera area dell’ex cinema Tanzarella e dell’ex mercato coperto, dopo anni di abbandono e di degrado, sarà interessata da un importante intervento di riqualificazione urbanistica ed ambientale.
La piazza, che sarà realizzata attraverso la demolizione del mercato coperto, offrirà occasioni di continuità per le attività svolte nell’attiguo Centro di aggregazione polivalente e sarà caratterizzata dalla presenza di ampi spazi riservati al verde.
Gli interventi strutturali presso l’ex cinema Tanzarella comprenderanno tramezzature, pavimentazioni, infissi interni ed esterni, impianti, intonaci: tutto finalizzato, appunto, a convertire l’immobile con ambienti funzionali all’espletamento di attività socializzanti.
E’ prevista anche l’installazione di un ascensore, per consentire a tutti un agevole accesso al primo piano in condizioni di assoluta sicurezza.
Al piano terra saranno ricavati i seguenti vani: reception, corridoio/spazio espositivo, laboratorio multimediale ed audiovisivo, laboratorio artigianale e creativo, cineforum e laboratorio teatrale con relativo camerino, spazio ristoro, vano tecnico, servizi igienici distinti per sesso ed accessibili ai diversamente abili. Al piano superiore sono previsti: internet point, laboratorio musicale, sala riunioni, servizi igienici, rispostigli.
Il cantiere è stato consegnato alla ditta esecutrice dei lavori, la Chemipul Italiana, lo scorso 28 ottobre e le opere dovranno essere ultimate entro la fine del mese di maggio 2017.
E’ doveroso precisare che la progettualità relativa a questo importante intervento di riqualificazione riviene dalla volontà di una precedente Amministrazione Comunale: l’ammissione al finanziamento veniva comunicata al Comune di Latiano, dal Ministero dell’Interno, con nota del 4 ottobre 2011. Poi si è dato seguito ad un lungo e complesso iter procedurale, che ha impegnato l’Ufficio Tecnico comunale in una serie di adempimenti. I lavori venivano aggiudicati definitivamente alla ditta appaltatrice con Determinazione Dirigenziale n. 999 del 23 dicembre 2014. La Giunta Maiorano, insediatasi nell’imminenza della scadenza dei termini per il ritiro del finanziamento, si è adoperata perché lo stesso non andasse perduto (anche per le ricadute economiche sul territorio oltre che per l’evidente necessità di riqualificare un’area del centro cittadino divenuta ormai simbolo di incuria). Nello scorso mese di maggio è stato determinante un intervento diretto  - del Sindaco Mino Maiorano e del Responsabile dell’Ufficio Tecnico, arch. Giuseppe Muri -  presso la sede centrale del Ministero delle Infrastrutture, a Roma, per ottenere il via libero definitivo all’avvio dei lavori.
La realizzazione dell’opera comporterà alcuni mesi di disagio per i cittadini, non solo per i residenti nelle immediate vicinanze del cantiere; il comando di Polizia Municipale ha già stabilito, con ordinanza, un apposito piano della viabilità e dei parcheggi nella zona, che prevede l’interdizione della circolazione e della sosta dei veicoli in via Camassa, il senso unico di marcia in via Cesare Battisti (tratto compreso tra via Cavour e via Ercole D’Ippolito), il divieto di sosta in via Ercole D’Ippolito (tratto compreso tra via Cesare Battisti e via Camassa, lato numeri pari), il divieto di sosta in via Cavour (tratto compreso tra via Camassa e via Cesare Battisti, lato mercato coperto), il divieto di sosta in Via Cavour (tratto compreso tra i numeri civici 12 e 20).
F.to:
Mino Maiorano, Sindaco".

--------------------------------------------
LA VOCE DI LATIANO: diamo voce ai latianesi

"Dimettetevi", il manifesto dell'opposizione

Riceviamo e pubblichiamo: 












(cliccare per ingrandire)













----------------------------------------
LA VOCE DI LATIANO: il blog dei latianesi

martedì 8 novembre 2016

Venerdì al Teatro Olmi "Dall'Opera alla Canzone"

Riceviamo e pubblichiamo:

"DALL’OPERA ALLA CANZONE

Venerdì 11 novembre alle 20.00 il Teatro Olmi di Latiano ospiterà il concerto dell’Orchestra della Magna Grecia “Dall’Opera alla Canzone”.
L’orchestra, diretta da Pietro Romano, accompagnerà gli spettatori in un viaggio musicale con le musiche di Paisiello, Tosti, Rossini e Presicci con la voce del tenore Nico Franchini ed il clarinetto di Giovanni Marinotti. Prima del concerto, a partire dalle 19.00, si terrà una degustazione dei novelli prodotti dalla Cooperativa L’Agricola Latianese e da Chisena Vini.
L’Orchestra si trova a Taranto, una delle capitali dell’antica Magna Grecia. Così veniva chiamata la terra delle città-stato cresciute nell’Italia del Sud sul modello filosofico, politico e culturale di Atene e delle polis greche. Il nome Orchestra della Magna Grecia è stato scelto per ribadire il forte legame con un territorio ricco di storia, cultura e beni artistici di rilevanza mondiale ma, anche, per sottolineare il legame tra quel territorio e i valori universali di civiltà, libertà, democrazia, tolleranza e dialogo. Questi, elaborati per la prima volta in Atene e nelle polis greche, proprio nella Magna Grecia hanno trovato il terreno ideale per fiorire e tradursi in quello stile di vita che si è poi diffuso in tutto il mondo occidentale. Magna Grecia, dunque, come terra che esprime valori al contempo locali e universali, storici ed eterni.
Evento a cura del Teatro Pubblico Pugliese in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Latiano. Ingresso libero e gratuito.
Per maggiori informazioni è possibile contattare il numero 0831 729465".

---------------------------------
LA VOCE DI LATIANO: il blog dei latianesi 

lunedì 7 novembre 2016

Referendum. A Latiano attivo anche un comitato per il "No", che organizza un incontro per mercoledì sera

Riceviamo e pubblichiamo: 

"LE RAGIONI DEL NO.

Il meetup latiano5stelle ha organizzato, per la serata del prossimo 9 novembre, un pubblico dibattito al fine di analizzare e commentare assieme ai cittadini la riforma costituzionale proposta dal Governo, per la quale i cittadini sono chiamati al referendum il prossimo 4 dicembre. A relazionare saranno il professore di Diritto Costituzionale dell’Università di Bari Luigi Volpe, il Presidente dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia Brindisi Donato Peccerillo e il Consigliere regionale del Movimento 5 stelle Gianluca Bozzetti.
Seppur improntato sulle ragioni del NO al Referendum costituzionale, l’incontro vuole essere un luogo di confronto critico e costruttivo con coloro che sostengono le ragioni del SI. Pertanto gli organizzatori e i relatori saranno ben lieti di avere tra il pubblico non solo cittadini orientati per il NO, ma anche coloro che propendono per il SI e allo stesso tempo chi è ancora indeciso.
L’evento si terrà presso la Sala Flora di Palazzo Imperiali in piazza Umberto I alle ore 19,00".

---------------------------
LA VOCE DI LATIANO: il blog dei latianesi 

Attivo un servizio per conoscere dal telefonino il menu della mensa scolastica

Riceviamo e pubblichiamo:

"COMUNICATO - VUOI SAPERE COSA MANGIA TUO FIGLIO A SCUOLA?

L’Amministrazione Comunale - Assessorato all’Amministrazione Digitale - informa che è attivo un nuovo servizio dedicato a tutta la cittadinanza per conoscere in modo immediato, attraverso i comuni dispositivi telefonici e informatici (smartphone, tablet, pc), tutte le voci del menu che viene somministrato negli istituti scolastici comunali.
Basta installare sul proprio apparecchio l’applicazione Telegram, selezionare la lente d’ingrandimento, digitare LatianoMensaBot, aprirlo e cliccare “Avvia”.
Il bot è un sistema a risposta automatica. Sarà possibile consultare il menu attraverso 2 semplici passaggi
1° passaggio (a scelta tra due opzioni). Selezionare la voce desiderata tra:
-menu odierno: se si seleziona questo comando, il sistema restituirà un messaggio contenente il menu del giorno odierno e quello del giorno successivo.
-menu settimanale: se si seleziona questo comando, il sistema restituirà un messaggio contenente il menu di tutti i giorni della settimana in corso.
2° passaggio: selezionare il tasto “Autunno Inverno” (nel periodo primaverile sarà modificato in “Primavera Estate”).
Si ringrazia per la gentile collaborazione Francesco Piersoft Paolicelli, consulente tecnologico del Comune di Lecce, già consulente per il Comune di Matera e della Regione Basilicata, che a titolo completamente gratuito, ha realizzato l’applicativo (bot), Giuseppe Spirito che ha creato il database con i dati aperti (open) e Sammy Laporta che ha contribuito al lavoro di squadra di questo splendido gruppo di lavoro.
L’utilizzo di dati aperti (open) si verifica per la prima a volta a Latiano con questo servizio ed è un aspetto di primaria importanza; oltre che per ossequiare le disposizioni del CAD (codice dell’Amministrazione Digitale), l’utilizzo di dati aperti (utilizzabili e lavorabili da chiunque) è da incentivare perché permettono la creazione di nuovi servizi da mettere a disposizione della cittadinanza.
Grazie ai dati aperti, da oggi, tutti i cittadini avranno accesso alle informazioni sui pasti della mensa scolastica in maniera comoda, veloce e a portata di click.
Chi non ha ancora l’applicazione TELEGRAM presente sul proprio dispositivo, deve seguire la seguente procedura:
1. Installare TELEGRAM (attraverso gli store del proprio dispositivo) o in alternativa ci si può collegare al sito https://web.telegram.org
2. Seguire la procedura di registrazione (simile a quanto avviene con WhatsApp)
3. Cercare l’applicativo “LatianoMensaBot” selezionando la lente d’ingrandimento e digitando LatianoMensa.
4. Cliccare “Avvia”

f.to: L'Assessore all'Amministrazione Digitale
Michele Locorotondo".

--------------------------
LA VOCE DI LATIANO: il blog dei latianesi 

martedì 1 novembre 2016

Referendum 2016. A Latiano nasce un comitato per il SI

Riceviamo e pubblichiamo:

"NASCE IL COMITATO “LATIANO BASTA UN SI”

Lunedì 31 ottobre 2016 nasce “Latiano Basta un SI”, il comitato pro Riforma Costituzionale. Il comitato ha come costituenti Domenico Ble, Giuseppina Rizzo, Giuseppe Assente, Antonio Lamarina, Roberto Narracci, ma soprattutto nasce con la volontà di voler sostenere la Riforma che darà un volto nuovo all'Italia.
Ad essi si sono già uniti molti altri cittadini di vario orientamento politico.
Il Comitato Basta un SI di Latiano ha come obbiettivo essere espressione più larga possibile della società, delle categorie, delle associazioni che vogliono cambiare il Paese contribuendo a renderlo
più moderno, semplice ed efficace.
Questo dopo decenni di tentativi andati a vuoto per insipienza e reciproci veti di tante forze politiche e non, desiderose più di conservare privilegi che di guardare a un futuro migliore.
Attraverso un semplice SI, che non andrà a modificare i principi cardine della Costituzione, andremo ad abolire il così detto “bicameralismo paritario” accrescendo così la funzionalità delle istituzioni, e riducendo i tempi di approvazione delle leggi; finalmente si avrà una riduzione dei costi della politica, abolendo 315 parlamentari, riducendo le indennità e i trasferimenti ai consiglieri regionali. Il Senato, composto da solo 100 membri, si trasformerà nella camera dei rappresentanti delle Autonomie Locali, rendendo vero e non di facciata il controllo delle Regioni sugli atti parlamentari del centro politico. Eliminerà definitivamente le provincie e il CNEL, promesso da anni in tutte le campagne elettorali di tutte le forze politiche – comprese quelle che inopinatamente ora si schierano contro la riforma.
La Riforma rimodula le competenze fra Stato e Regioni, semplificando di molto l’arcaico modello istituzionale, impedendo gli sfibranti e lunghissimi “conflitti di attribuzione” che bloccano ogni opera e fanno lievitare costi. Allo Stato centrale torna la competenza sull'energia, le infrastrutture e la promozione turistica.
La Riforma garantisce l'abbassamento del quorum per i referendum, ai cittadini si assicurano tempi certi per esaminare le leggi di iniziativa popolare.
Per sottolineare al meglio che il cambiamento delineato da questa riforma costituzionale, possa contribuire favorevolmente a far ripartire il nostro Paese, saranno organizzati incontri e momenti di confronto, in modo da dare ai nostri concittadini gli strumenti per un voto consapevole dei benefici che questa riforma potrà portare alla nostra nazione.
Presenti alla costituzione del comitato Latiano Basta un SI, Vincenzo Francioso, Daniela Maglie Eugenio Altavilla, Cosmery D’errico, Giuseppe Ble, Mimmo Cavallo, Antonio Gioia, Dario Ble.
E poi, Leopoldo Calò, Santino Vacca, Fernando Miglietta, Giorgio Gemma, Giovanni D’ambrosio, Enzo Pizzi, Gianfranco Lucisani, Silvio Pagliara.
Per sottolineare al meglio che il cambiamento delineato da questa riforma costituzionale è organizzerà eventi".

----------------------------
LA VOCE DI LATIANO: il blog dei latianesi