Come contattarci:

L'indirizzo di posta elettronica cui inviare comunicati stampa e interventi è il seguente: latiano.splinder@libero.it

I gestori del blog declinano ogni responsabilità in merito a testi inviati dai lettori. In particolare apponendo la propria firma sui comunicati e/o interventi, l'autore si assume ogni responsabilità riguardo al contenuto degli stessi.

domenica 31 agosto 2014

Martedì a Cotrino "Artisti per la Palestina"

Riceviamo e pubblichiamo: 

ATTENZIONE: CAUSA MALTEMPO, LA MANIFESTAZIONE E' RINVIATA A DATA DA DESTINARSI

"Artisti per la Palestina




















Liberi cittadini insieme a Pugliapalestina e Brindisi per Gaza stanno mettendo insieme artisti per una manifestazione-raccolta fondi per inviare i farmaci di prima necessità per la cura di un popolo martoriato dalla guerra. La manifestazione non ha colore ne finanziamenti politici ed è completamente autofinanziata. Ci sono migliaia di sfollati e feriti, i morti ad oggi se ne contano più di mille, la maggior parte civili di cui tante donne e tantissimi bambini. La nostra coscienza ci sta portando lì in Palestina, vicino alla gente, gente come noi, ormai inerme di fronte all’abominio della guerra, inerme di fronte alle armi ipertecnologiche degli israeliani, non possiamo più fare finta che nulla stia accadendo. Stiamo lanciando il nostro piccolo contributo, forse una goccia in mezzo al mare, però ci dobbiamo essere! Da noi si dice: “la petraazalu parete” e noi dobbiamo essere quella pietra che deve alzare il muro della speranza di un popolo ormai solo!
Chiediamo la vostra partecipazione alla manifestazione che si terrà a Latiano (br) il 2 settembre a partire dalle ore 19:00 presso il piazzale del Santuario di Cotrino S.p. Latiano-Oria km 1; e dove tutto il ricavato verrà devoluto per l'acquisto dei farmaci da inviare al popolo palestinese. A tutti gli artisti chiediamo l'adesione alla manifestazione con l'esibizione e/o solo come testimonianza all'evento, per dare un contributo fattivo alla causa palestinese. Stiamo prevedendo un rimborso spese ed ospitalità per chi viene da fuori, considerando che meno spese ci saranno e più risorse saranno devolute all’acquisto dei farmaci. L’ingresso alla manifestazione sarà libero e gratuito, saranno allestiti dei banchetti per la raccolta dei contributi volontari, che speriamo vengano versati, stiamo allestendo stand gastronomici, e ovviamente il ricavato verrà devoluto alla causa palestinese (farmaci). I farmaci verranno inviati a Music For Peace www.creatividellanottemusicforpeace.org

Sul palco: 99 Posse - Rosa Paeda – Treble-Crifiu – Vincenzo maggiore - Ph negativo- Versi in Verlan – Fonokit - Black spot- Mezza testa e soci- Amerigo Verardi e Doncas - Orchestra mancina -ShantyKranti e Ruderelis-MoustachePrawn – Leitmotiv - Venaone –Plof- Venaone – Elektrojezus - misteri del sonno - Howarang-Playontape – minimanimalist - the Moregunfield – zigla - Caterina da Siena- Medina Box- Sostengono l’iniziativa Bandabardo’-Perturbazine-Nidi d’arac - E zezi - Radici nel cemento- Mama marjas".
f.to Il comitato Artisti per la Palestina

www.creatividellanottemusicforpeace.org

---------------------
LA VOCE DI LATIANO: il blog dei latianesi 

sabato 30 agosto 2014

Profumi di Vendemmia: la festa della Coop. L'Agricola Latianese

Riceviamo e pubblichiamo: 

"DOMENICA 7 SETTEMBRE 2014: APPUNTAMENTO CON LA XII° EDIZIONE DELLA FESTA “PROFUMI DI VENDEMMIA”, CON IL CONCERTO DEL GRUPPO STORICO “I CIMAROSA”

Le porte della Cooperativa “L’Agricola Latianese” si aprono domenica 7 settembre per accogliere i visitatori in una serata di allegria e divertimento, ma anche per dare il benvenuto alla vendemmia ormai prossima. Si svolgerà domenica 7 Settembre, a partire dalle ore 20:00, la dodicesima edizione della festa sociale della Coop. L’Agricola Latianese, denominata “Profumi di Vendemmia”.
Stand enogastronomici accoglieranno i visitatori (l’ingresso è libero e gratuito), con degustazione di prodotti tipici accompagnati dal buon vino prodotto dalla Cooperativa “L’Agricola Latianese”.
Nel corso della serata ci sarà il concerto del Gruppo Storico “I CIMAROSA”, che presenteranno una carrellata dei motivi del repertorio classico napoletano, tra cui i grandi successi di RENZO ARBORE.
Il gruppo, nato nel 1976, si segnala subito all’attenzione degli addetti ai lavori per la qualità della sua proposta musicale e tiene i primi concerti. Il primo disco “Parlando d’amore”, prodotto da Cesare Verde, riscuote il consenso della critica, suscitando l’interesse del discografico romano Franco De Gemini, titolare della Beat Record, con cui inizia una proficua e duratura collaborazione che porta alla realizzazione di tre LP, pubblicati all’inizio degli anni ’80, (Anteprima, Proposta e Contrappunto). Si apre per i Cimarosa un periodo di grandi successi: Pippo Baudo li ascolta in una gara nella sua “Domenica in” e, dal 1981, li vuole ogni anno ospiti della sua storica trasmissione. I Cimarosa prendono così parte alle più importanti trasmissioni televisive nazionali (“Serata d’onore”, “Maurizio Costanzo Show”, “Buona Domenica” e tante altre) ottenendo numerosi e prestigiosi riconoscimenti, fra cui lo “Scugnizzo d’oro”, il premio “Città di Napoli”, l’ambitissimo e qualificante premio “Antonio De Curtis” ed il premio “Napoletanità“. A tutto ciò fa riscontro una intensa attività lavorativa, con numerosi concerti e tournéé in Italia e all’estero, dove la stampa li indica come gli “ambasciatori della musica mediterranea”nel mondo. Nel ’92 viene prodotto “Aria ‘e Primmavera”, uno splendido Cd con 14 canzoni inedite, frutto della collaborazione tra Peppe Barone (autore delle musiche) e Rolando Giannetti (scrittore, autore dei testi). Nel ’94 e’ la volta di “Napoli: alla maniera dei Cimarosa”, in questo disco viene inserito un brano, “ ‘A città ‘e pulecenella ”, di Claudio Mattone, che fa letteralmente esplodere la popolarità del gruppo. Il “Gruppo Storico i Cimarosa” è composto di 7 elementi: Peppe Barone (chitarra e voce), Gennaro Cardone (mandolino), Nicola Natale (basso e contrabbasso), Gaetano Sica (percussioni), Salvatore d’Esposito (chitarra classica), Stella Brignola (voce) e Claudia Barbato (voce).
Appuntamento dunque con i più famosi motivi del repertorio classico napoletano, da “Funiculì Funiculà” a “Era de maggio”, da “Tammurriata nera” alla più recente “A città e pullecenella”.
“Si tratta di un momento di allegria e spensieratezza – afferma il presidente della cooperativa Giuseppe Schiena – da vivere tutti insieme, soci ma non solo: un modo diverso per accogliere nel migliore dei modi la vendemmia 2014, con i suoi profumi ed il suo inconfondibile clima”.
La cooperativa “L’Agricola Latianese” lavora ogni anno importanti quantitativi di uva (60.000
quintali) ed olive (75.000), prodotti che vengono conferiti dai 1.100 soci provenienti dai comuni di Latiano, Torre Santa Susanna, Erchie, Oria, Francavilla Fontana, Mesagne e San Michele Salentino, producendo vini ed olio di ottima qualità, apprezzati in tutta Italia. Ingresso libero e gratuito.
Latiano, 30.8.2014
COMUNICATO STAMPA
COOP. L’AGRICOLA LATIANESE
www.agricolalatianese.it

---------------------
LA VOCE DI LATIANO: il blog dei latianesi 

Sporting Latiano: riprendono le attività

Riceviamo e pubblichiamo:













"L’ASD SPORTING LATIANO  comunica che dal 1 settembre 2014 dalle ore 17:30 alle ore 19:00 presso i “CAMPI POSTERIORI  D’IPPOLITO” , sono aperte le iscrizioni per i corsi di avviamento al calcio le categorie Piccoli Amici ( 5/8 anni)  Pulcini (8 /10 anni)  Esordienti (10/12 anni) Giovanissimi (12/14 anni).
L’ASD SPORTING LATIANO  è in grado di fornire un'assistenza competente e professionale avvalendosi della collaborazione di istruttori altamente qualificati,  docenti di tecnica calcistica e tecnici professionisti.
Per informazioni rivolgersi telefonare direttamente a questi numeri:
- 328-2024571 - 328-8271296  -  392-8269835 - 347-6342323".

---------------------
LA VOCE DI LATIANO: diamo voce ai latianesi 

Premio Gagliani (II edizione), al Free Park

Riceviamo e pubblichiamo:

"L'associazione Popolare I Soliti Ignoti, in collaborazione con la famiglia Fabiana Gagliani informa che Domenica 7 Settembre alle ore 21 presso il Free Park a Latiano sito sulla s.p. Latiano San Vito si terrà la terza edizione
del Premio Gagliani. Durante la serata verranno premiate diverse personalità nostrane legate al teatro, poesia, musica e alla divulgazione della cultura e dell'informazione.
Il premio è direttamente collegato alla rassegna che si è conclusa giovedì 28 Agosto che ha visto le migliori compagnie amatoriali della zona esibirsi in otto diversi spettacoli. Una giuria composta da esperti nel teatro assegnerà i premi per le migliori categorie delle diverse serate segnalando i migliori che si sono susseguiti sul palco del Free Park. Oltre ai premi legati alla rassegna, l'associazione I Soliti Ignoti, consegnerà il Premio Gagliani a diverse personalità legate allo spettacolo. In primis il Premio alla carriera per il Teatro verrà assegnato all'attore di origini tarantine Cosimo Cinieri, il premio per le Tradizioni Popolari a Daniele Durante e il Canzoniere Greganico Salentino. Inoltre verranno asseganti tre premi a tre diversi artisti delle tre provincie salentine. Per la provincia di Lecce è stato segnalato Mino De Santis (cantautore leccese notissimo), provincia di Brindisi il cantastorie, scultore e poeta Tonino Zurlo (candidato al premio Tenco), e per la provincia di Taranto il cantante Paolo Macagnico (finalista di Amici 2014). L'associazione si riserva, inoltre, di lasciare un premio speciale per un cittadino latianese e quest'anno verrà asseganto al noto tenore Aldo Gallone. Inoltre il premio Gagliani, da quest'anno, vede una sezione speciale per le associazioni e verranno premiate l'associazione Cassarmonica di Ceglie (organizzatrice dei Giochi Tradizionali) e Idea Radio di Latiano (da oltre 25 anni impegnata nella divulgazione della corretta e sana informazione). Mentre resta come gli altri anni la consegna di un premio per tre giovani ragazzi che si stanno affacciando adesso alle varie discipline dell'arte dello spettacolo. I premi, come ogni anno, sono stati realizzati dallo sculotre latianese Pisso Cariolo, che da quest'anno ha introdotto la maschera d'oro che dall'anno prossimo sarà l'unico simbolo corrisposto al premio Gagliani. L'intera serata sarà dedicara al commediografo e attore
latianese Dante Gagliani venuto a mancare tre anni fa. L'ingresso è libero per una serata ricca di tanti artistiche passeranno in rassegna per ricevere il premio Gagliani 2014".

--------------------
LA VOCE DI LATIANO: diamo voce ai latianesi 

Ritorna l'iniziativa "scopri la tua citta" nei giardini pubblici

Riceviamo e pubblichiamo:

"Scopri la tua Città: ritorniAMO nei Giardini Pubblici.

Domenica 14 Settembre, dalle 10:00 alle 13:00 con una sorpresa per tutti i bambini!




















L’amministrazione comunale di Latiano con l’assessore alle attività produttive Tommaso Cavallo annunciano il ritorno dell’iniziativa “scopri la tua città: ritorniAMO nei Giardini Pubblici” in programma domenica 14 settembre dalle ore 10:00 alle ore 13:00.
Memori del successo che l’iniziativa ha riscosso nei mesi scorsi, dal ritorno dalle vacanze estive non poteva mancare un appuntamento al quale le famiglie latianesi con i loro bambini e tanti ragazzi hanno dimostrato di tenerci particolarmente.
Scopri la tua città è nata con l’intento di far riappropriare ai latianesi zone del paese ormai dimenticate e fuori dalla routine cittadina. Grazie a questa idea mesi addietro i nostri giardini pubblici hanno vissuto una seconda giovinezza, riscoprendosi luogo di incontro ed inclusione sociale dagli anziani ai bambini ai ragazzi, e noi ripartiamo proprio da qui, dai nostri giardini pubblici.
Esibizione principale di domenica 14 settembre saranno le colorate coreografie della scuola di danza New Dance Project al quale faranno da cornice stands espositivi, mercatino dell’artigianato e dell’usato, e poi tanta animazione ed intrattenimento per i più piccoli con una sorpresa e novità offerta dall'amministrazione comunale, la performance di “Violetta!” la star di tanti ragazzini che si aggiungerà all'intrattenimento offerto dalle diverse associazioni ludico-sportive che hanno aderito all'iniziativa.
L’idea è quella di mettere al centro del Paese le famiglie con i loro bambini con un programma già collaudato ma sempre in evoluzione, migliorandolo di volta in volta e consentendo sempre una maggiore visibilità a tutte le associazioni e attività varie del territorio che decidono di aderire e collaborare alla manifestazione.
Le famiglie al centro del paese ed il paese al centro della vita quotidiana delle famiglie, un rapporto che si stava perdendo ma che abbiamo ripristinato a partire dalle passate edizioni dell’iniziativa e che col passare del tempo cercheremo di proporlo in scala sempre maggiore, forti anche della collaborazione e disponibilità di molte associazioni del territorio a cui a ruota sarà data a tutti la giusta visibilità".

-------------------
LA VOCE DI LATIANO: il blog dei latianesi  

lunedì 25 agosto 2014

Us Latiano: iniziano le attività

Riceviamo e pubblichiamo:

"US LATIANO ALL'INSEGNA DEI GIOVANI E DEL FUTURO: INIZIANO LE ATTIVITA'





















L'US Latiano comunica di inziare ufficialmente la nuova stagione sportiva
2014/2015 a partire da lunedi 1 settembre all'insegna dei giovani, di tante
novità sportive e un rinnovo societario giovane e moderno. La nuova
programmazione inizia innanzitutto da una riqualificazione di tutti gli
ambienti dello stadio comunale con nuove aree interne ed esterne con spogliatoi
completamente nuovi, area genitori attrezzata e un circolo ricreativo per lo
svago dei tesserati e dei soci amatori. L'Us Latiano pertanto inizierà i
consueti corsi di scuola calcio e campionati provinciali Figc-Lnd per tutte le
categorie: Piccoli Amici, Pulcini, Esordienti, Giovanissimi, Allievi.
Un'altra bella novità è l'iscrizione al Campionato Regionale Juniores che sarà
il laboratorio dei nostri giovani tesserati impegnati appunto in tutta la
regione ad affrontare nuove realtà e società di un certo livello per un grande
appuntamento pomeridiano al sabato pomeriggio.
Non da meno è inoltre il ritorno del Calcio a cinque a Latiano con
l'iscrizione in Serie C2 di una nuova squadra che sarà seguita dall'esperto
staff che ha segnato la storia del calcetto a Latiano nei decenni scorsi,
culminati con la promozione in serie B.
Oltre alla consueta affiliazione alla Figc ormai ininterrotta dal 1976 e che
regolamenta la disciplina sportiva dei tesserati dilettanti, l'Us Latiano si è
anche affiliata al Centro Sportivo Educativo Nazionale ( CSEN ) e pertanto
diventa anche polisportiva per gestire e regolamentare anche i soci amatori che
vogliano utilizzare il Campetto Sportivo sintetico " Cosimo Cavaliere" per
mezzo anche dell'adesione al sito www.jungoal.it ( Us Latiano unica soscietà
della provincia di Brindisi ) e partecipare alle iniziative sportive dedicate
agli amatori appunto e che saranno attivate nel corso dell'anno come la ripresa
del ventennale e noto campionato amatoriale di calcio a cinque " Jesus ". E'
stato allestito poi il circolo sportivo CSEN sempre intitolato al dirigente "
Cavaliere" e che fornirà ai tesserati e genitori un area di incontro e attesa
durante gli allenamenti, oltre alla collaborazione con la Polisportiva Pro Loco
per attivare prossimamente corsi e dimostrazioni di Tiro con l'arco, giochi
tradizionali e novità assoluta saranno programmati dei raduni e dimostrazioni
di modellismo sportivo con auto ed elicotteri radiotelecomandati; e in cantiere
l'idea di un campetto di bocce per coinvolgere anche gli anziani in una
dispiplina poco conosciuta nel nostro paese.
La Società pertanto ha programmato tutta una serie di iniziative e attività,
cercando anche di diversificare l'utenza e sfruttare al massimo la struttura
che è stata rinnovata nei limiti del possibile con la costruzione del campetto
sintetico gia dall'anno scorso e la riqualificazione di tutti gli ambienti
quest'anno, sempre con fondi privati e quote sociali. Pronti e disponibili per
qualsiasi programmazione insieme all'amministrazione Comunale, la nostra
Società ha accolto con entusiasmo l'inserimento nel bilancio triennale dei
lavori pubblici il prossimo rifacimento del manto di gioco ( ormai antiquato e
impraticabile ) con un manto sintetico di nuova generazione e pertanto ci
auguriamo che ciò avvenga nel più breve tempo possibile uffici preposti
L'Us Latiano pertanto auspicandosi una grande stagione sportiva all'insegna
appunto dei giovani e dello sport, ha inoltre piacere a dare a tutte le altre
Società sportive di Latiano un gran in bocca al lupo, in particolare al Circolo
Tennis (vicini di casa ), al quale vanno tutti i nostri complimenti per le
recenti iniziative e investimenti sulla loro struttura che riqualificano
insieme alla nostra, tutta l'area antistante il Parco Padre Pio, caratterizzata
sempre più da pomeriggi e serate popolate da giovani e ragazzi latianesi e non,
all'insegna dello svago e del sano divertimento.
La segreteria generale per info e iscrizioni è aperta tutti i giorni dal
lunedi al venerdi dalle 17.00 alle 19.30
- Ufficio Addetto Stampa - Il Presidente Dott. Fabio Carbone".

-------------------
LA VOCE DI LATIANO: il blog dei latianesi 

Partito Socialista: un nuovo "comunicato politico"

Riceviamo e pubblichiamo: 

"Il centro sinistra latianese lavori per un programma condiviso e adotti il meccanismo delle primarie di coalizione per la scelta del candidato Sindaco.
 
Occorre lavorare molto in questo periodo per far decollare un confronto aperto e leale tra tutte le forze che compongono il centro sinistra latianese.  A molti apparirà  come una assurdità o un qualcosa di irraggiungibile,   ma abbiamo il dovere di impegnarci tutti assieme per rivitalizzare il quadro politico latianese, dimostrando che il centro sinistra a Latiano ha la sua vena democratica e la capacità di guardare al futuro della città, offrendo come risultato un Governo forte e dalle idee chiare.
Un centro sinistra lucido, armonioso, coerente, collaborativo, capace di dialogare positivamente e portare a compimento le scelte politiche di un programma serio, concreto e condiviso. Occorre costruire e garantire  sicurezza nell'azione di Governo, per il raggiungimento degli obiettivi del programma, oltre a garantire la duratura stabilità politica della maggioranza.  Ecco cosa vogliono i cittadini.
Per prima cosa sarebbe auspicabile far nascere la coalizione di centro sinistra e dal confronto approfondito tra le forze che compongono la stessa sarebbe necessario dare alla luce un programma da presentare alla città per le prossime elezioni amministrative (chiedendo la fiducia ai cittadini per realizzarlo nei suoi contenuti).  Non il solito programma generico, ma un vero e proprio progetto politico, semplice e armonioso, concreto e realizzabile, che abbracci le tematiche che interessano la città e ai cittadini. Il progetto deve aver chiara la rotta da percorrere per scrollare dalla città il torpore generale accumulato negli ultimi anni.
Obiettivi chiari, concreti, condivisi e realizzabili dunque che mettano da parte (una volta tanto) gli egoismi, la voglia diffusa e smisurata di poltrone e di incarichi, oltre ad ogni sorta di ricatto politico (perpetrato da alcuni affaristi della politica sparsi qua e là nel panorama politico latianese che cercano dalle maggioranze solo profitti personali, mercanteggiando incarichi e facendo pressioni sugli uomini chiave impegnati a realizzare il programma).
Occorre in primis,  allontanare e tenere fuori "tutti i mercanti dal tempio sacro della politica" e questo non sarebbe altro che l'anteprima del programma sul quale tutti i partiti del centro sinistra dovrebbero concentrarsi preventivamente e lavorare, proprio per evitare di ricadere negli errori del passato.  I veleni, gli insulti e le ironie di alcuni personaggi spesso non sono altro che il risultato di un mercanteggiare non andato a buon fine e non una sana contestazione come si vorrebbe far credere. Non possiamo più permettere che accadano queste cose.  Si scelgano bene tutti i candidati, uno per uno. Ognuno si assuma la personale responsabilità della scelta dei candidati dinanzi ai cittadini Latianesi. La politica deve avere anche il coraggio di fare delle scelte, escludendo chi non merita fiducia e correndo ai ripari se nel frattempo qualcuno avesse smesso di meritarla.  La politica deve farsi carico dei problemi e degli interessi di tutta la città e di tutti i cittadini e non delle necessità di singoli individui. Vengano quindi esclusi e sbattuti fuori tutti coloro che hanno dato prova di utilizzare la politica per avvantaggiare se stessi a discapito della collettività.
Ora, oltre al primo importante passo da compiere, la cosa migliore sarebbe quella di cercare di far nascere la coalizione di centro sinistra, comprendente le forze responsabili allocate in tale spazio, a seguito lavorare per la costruzione di linee programmatiche comuni (meglio se un vero e proprio programma comune) e infine svolgere le primarie di coalizione, con la possibilità quindi di scegliere fra più candidati di partiti diversi facenti parte la coalizione medesima, dopo la preventiva sottoscrizione delle linee programmatiche comuni (o del programma definitivo) e di una carta valori comune. Una rosa di candidati e/o candidate ed una coalizione forte di una carta dei valori condivisa, di linee programmatiche comuni e di un accordo di mutuo sostegno a chi uscirebbe vincitore dalle Primarie. E questa sarebbe una grande e splendida prova di democrazia.
L'obiettivo ovviamente è quello di arrivare alle elezioni con un candidato unico per il centro sinistra, evitando la frammentazione,  ogni sorta di divisione, di dispersione, di lacerazioni durante e dopo la campagna elettorale.  Attraverso le primarie di coalizione si uscirebbe con un nome solo e un programma comune, senza correre il rischio di dover poi ricomporre i pezzi di un quadro frantumato dal responso delle urne. Ne uscirebbe soltanto una maggioranza precaria, litigiosa e inconcludente come spesso avviene.
Nell'area del centro sinistra vi sono tanti inquilini e ciascuno ha le proprie idee e la propria visione politica ma ciò non toglie che ciascuno possa impegnarsi a fornire il proprio contributo per la costruzione della coalizione e del programma, nel rispetto delle proprie convinzioni politiche e senza venir meno  all'interesse collettivo che è ciò che più conta.  Ciascun partito sia pronto a dare il meglio, pronto a sacrificare qualcosa, se necessario,  per il raggiungimento dell'obiettivo comune.
Auspichiamo che ciò si realizzi e che si parta da subito,  per il bene della città. E' triste immaginare cosa potrebbe accadere  nel caso in cui ciò non avvenisse. Sappiamo solo che in questo momento i cittadini latianesi hanno bisogno di certezze a cui aggrapparsi e speranze future,  cominciando a intravedere dei benefici concreti da una reale inversione di rotta. Il cammino è lungo e difficile ma non possiamo gettare la spugna e darci per sconfitti in partenza.  Riaccendiamo tutti assieme la luce della speranza e della buona politica costruttiva che guarda al futuro.  Se si ha voglia di fare bene, il centro sinistra segua questa strada, che secondo noi è la migliore.
Latiano, 23 agosto 2014
Cristian Parabita
PSI - GRUPPO DI LATIANO
email: psilatiano@libero.it".

------------------
LA VOCE DI LATIANO: diamo voce ai latianesi 

lunedì 18 agosto 2014

Festa di S. Bernardo: servizio navetta gratuito

Riceviamo e pubblichiamo: 

"Servizio navetta gratuito in occasione della Festa di San Bernardo.

L’Amministrazione Comunale di Latiano con l’assessore alla viabilità Cosimo De Falco rende noto che in occasione della Festa di S. Bernardo che si terrà il 20/08/14 presso il Santuario di Cotrino è stato previsto un servizio di navetta gratuito per tutti coloro che vorranno recarsi in serata al Santuario.
La navetta sarà attiva a partire dalle ore 20:00 sino alle ore 24:00 ed ogni quindici minuti per l’intera serata garantirà il servizio di andata e ritorno completamente gratuito.
Le fermate in paese previste sono due rispettivamente in Via Mesagne nei pressi del distributore Agip e in Via Francavilla nei pressi del Caffè Appia Antica; il luogo di arrivo e ripartenza a Cotrino sarà invece nei pressi del Ristorante “La Conca d’Oro”.
Si è pensato di istituire il servizio sia per garantire a tutti la possibilità di godere di una festa molto cara ormai ai latianesi sia per sensibilizzare la cittadinanza all’uso dei mezzi pubblici lasciando almeno per una sera l’auto a casa, cercando di evitare così anche il parcheggio selvaggio e gli ingorghi che negli anni passati si sono verificati presso il Santuario.
(Ufficio Stampa Comune di Latiano)".

-------------------------
LA VOCE DI LATIANO: il blog dei latianesi

mercoledì 13 agosto 2014

Madama: "grandi manovre" nel PD latianese?

Riceviamo e pubblichiamo: 

"QUELLO CHE I LATIANESI DEVONO SAPERE

Circa un mese fà con la risposta all’amico Gioiello tra le altre cose  sostenevo che era necessario che il PD di Latiano ricorresse, nella scelta del candidato Sindaco. per le prossime elezioni amministrative alle primarie fatte con regole ferree e con un confronto democratico serio da cui dovevano scaturire le scelte politiche, il programma  e soprattutto gli uomini che dovevano realizzarlo.
Niente di tutto questo,come se nulla  fosse successo cinque anni fà allorquando il Pd fece scelte di destra si vuole,con scelte di puro potere, ripercorrere la strada delle divisioni e lacerazioni . Infatti i bene informati parlano di grandi manovre all’interno del PD  di Latiano.  Chi all’epoca fu l’artefice della elezione dell’attuale coordinatore cittadino del PD, cosa questa che creò la fuoruscita dal PD di una intera classe politica, ora invece ne chiede la testa perché reo costui di aver fatto il nome durante una riunione di esecutivo  della candidatura a Sindaco dello avvocato Cosimo MAIORANO, professionista stimato e affermato da sempre su posizioni di centrosinistra. Questo nome non gradito a chi detiene da sempre il potere all’interno del PD e fuori , perché persona non governabile, ha creato molti malumori tanto che per non farlo passare si invoca l’intervento del coordinatore provinciale del PD per commissariare la Sezione. Sempre i vecchi vizi!
Sempre i bene informati sostengono che l’attuale Sindaco per una eventuale riconferma non voglia passare attraverso le primarie  e di qui le alleanze con i poteri forti all’interno del PD e fuori. Secondo sempre i bene informati pare che alle basi dell’accordo non ci siano grandi scelte di natura politica ma semplicemente la conservazione del potere che ne deriva amministrando LATIANO.
Nelle nuove alleanze vi sono soprattutto coloro che si ritengono indispensabili e utili in  qualsiasi stagione. Poverini,non sanno che il centrosinistra a Latiano per affermarsi ha bisogno di voltare pagina; ha bisogno di un cambiamento radicale cosa questa impossibile da realizzare con una classe politica a dire poco logorata. Ma tanto è………chi aspira ancora più in alto, allo scanno regionale, non può capire che la stagione  è finita.
Latiano, lì 12 agosto 2014
f.to VITTORIO MADAMA".

---------------------
LA VOCE DI LATIANO: diamo voce ai latianesi

martedì 12 agosto 2014

La proposta: costituire un'associazione di consiglieri ed ex consiglieri comunali

Riceviamo e pubblichiamo: 

"Al Sindaco della Città di Latiano
Al Presidente del Consiglio Comunale di Latiano
p.c. Agli Organi di Informazione

OGGETTO: Costituzione dell’Associazione dei Consiglieri ed ex Consiglieri Comunali della Città di Latiano. Mozione.

Premesso che:
l’art. 15 dello Statuto del Comune di Latiano, coerentemente con la vigente normativa, individua, tra gli organi istituzionali dell’Ente, il Consiglio Comunale e ne disciplina, al Capo II del Titolo II, ruolo, competenze e funzioni indicando altresì (art. 24) le prerogative dei singoli Consiglieri;
l’esperienza maturata da chi ha assunto la carica di Consigliere Comunale costituisce valore duraturo per l’intera comunità anche ben oltre la conclusione del mandato elettivo;
le sollecitazioni, i richiami ed i suggerimenti di quanti hanno già svolto il mandato di Consigliere Comunale costituiscono utili contributi politici e culturali per chiunque si approcci, con umiltà e spirito costruttivo, all’esperienza di amministrazione della Cosa Pubblica in ambito locale.

Ritenuto che:
nell’intento di favorire la più ampia concorrenza al benessere della comunità, si debba promuovere ogni forma di dialogo, di partecipazione e di organizzazione;
particolarmente una esperienza associativa di Consiglieri ed ex Consiglieri Comunali possa costituire  - in parziale analogia con quanto già realizzato dai Consiglieri ed ex Consiglieri Regionali della Puglia -  una occasione di formidabile arricchimento per la vita politica locale e, di riflesso, per l’intera comunità latianese, peraltro in una fase storica di progressivo inaridimento del dibattito pubblico e di preoccupante improvvisazione della classe dirigente politica.

Il Consiglio Comunale impegna
l’Amministrazione Comunale a favorire la costituzione  - sulla base di adesioni individuali volontarie -  di un’Associazione di Consiglieri ed ex Consiglieri Comunali della Città di Latiano che abbia sede presso palazzo Imperiali, in quanto struttura simbolica dell’identità comunale latianese, la cui attività non produca oneri economici a carico del Comune di Latiano e che si proponga di:
-conservare e valorizzare il vincolo di laboriosità e di impegno sociale che, al di là di ogni differente convinzione politica, lega quanti, anche in differenti periodi storici, hanno svolto e svolgono, in ambito locale, il mandato di rappresentanza popolare in qualità di Consiglieri Comunali;
-rinsaldare la comunione tra generazioni, nell’intento comune dello sviluppo socio – economico della città;
-promuovere la conoscenza della storia della città di Latiano.
I Consiglieri Comunali:
Gabriele Argentieri, Mauro Vitale".

-------------------------
LA VOCE DI LATIANO: il blog dei latianesi 

martedì 5 agosto 2014

Ecopacifisti: aliquote Tasi tra le più alte, le "notti bianche" non bastano

Riceviamo e pubblichiamo:

"LA NUOVA TASI A LATIANO: OLTRE AL DANNO LA BEFFA!

Nel Consiglio Comunale del 31 luglio u.s., si sono approvati il Regolamento della IUC (Imposta unica Comunale) e le tariffe della TASI ( Tassa per i Servizi Indivisibili) per il 2014. La TASI si aggiunge all’IMU e alla TARI ( Tassa sulla raccolta dei rifiuti). Le tre tasse messe assieme formano, appunto, la IUC. In particolare con la TASI i comuni  finanziano le spese per i servizi indivisibili ( ad es. manutenzione delle strade, illuminazione pubblica, gestione del verde, manutenzione degli immobili comunali ecc.) per i quali lo Stato centrale ha ridotto drasticamente i trasferimenti.  La legge prevede che  la sommatoria delle aliquote di IMU e TASI per le seconde case e per le aree fabbricabili e fabbricati rurali ad uso strumentale , non superi il 10,6 per mille e Latiano raggiunge questo tetto massimo! Per l’abitazione principale, anche per la   quale è dovuto il pagamento della TASI, la legge prevede, per il 2014, un’aliquota massima del 2,5 per mille. A Latiano l’Amministrazione Comunale e la maggioranza che la sostiene hanno deciso un’aliquota del 2,3 per mille quindi molto vicina al massimo. Facendo il confronto con altri comuni a noi vicini  ( V. Brindisi, Mesagne, Francavilla f.) le aliquote di Latiano sono le più elevate.
Tale livello di imposizione per i cittadini di Latiano risulta ancor più incomprensibile considerato il fatto che i minori trasferimenti dello stato al Comune ammonterebbero all’incirca a 650.000 euro ( purtroppo in Consiglio Comunale non abbiamo potuto avere dati certi dal Sindaco che ha la delega al Bilancio), mentre le entrate previste per la TASI per il 2014 ammonterebbero a circa 840.000 euro. Il perché di tutto questo non ci è stato spiegato e spero che prima o poi i nostri amministratori lo vorranno spiegare ai cittadini.
Ma oltre al danno la beffa! Con le entrate della TASI, si prevede di coprire poco più del 60% del costo dei servizi che sono assicurati dal comune di Latiano ( manutenzione strade, verde pubblico, illuminazione pubblica ecc.). Ci chiediamo il resto da dove sarà reperito. Il comune di Mesagne per esempio, con le entrate della TASI copre per intero i costi dei suoi servizi indivisibili .
Se, infine, facciamo l’analisi della qualità dei servizi offerti dal nostro comune, oltre al danno e alla beffa, i cittadini, probabilmente, aggiungeranno la rabbia: basta vedere in che condizioni versano la strade del nostro centro abitato, la manutenzione dei nostri spazi verdi ( quei pochi che ci sono) o peggio ancora il livello dei nostri servizi sociali.
Intanto continuiamo ad assistere al proliferare di spese senza controllo ( consulenze ,interventi le cui ricadute  sul piano economico lasciano a dir poco perplessi come la costruzione della galleria commerciale in via Roma rimasta in gran parte invenduta ecc.).
Abbiamo criticato aspramente, in Consiglio Comunale, le decisioni di questa amministrazione supportata da consiglieri comunali che evitano sempre di più il confronto con l’opposizione ( quella poca rimasta a dire il vero). Si continua a governare  navigando a vista.
Non basteranno le mille “notti bianche” del prolifico assessore Cavallo per tranquillizzare i cittadini latianesi quando, ad ottobre prima, e dicembre poi,  dovranno aggiungere il versamento della TASI  nelle casse del comune di Latiano e continuare ad avere dallo stesso servizi della cui qualità è veramente difficile convincersi!".
f.to. IL COORDINAMENTO DEGLI “ECOPACIFISTI”

-------------------
LA VOCE DI LATIANO: i comunicati, le notizie, gli interventi passano da qui

Il Teatro Olmi riparte con "Le terre di Laerte"

Riceviamo e pubblichiamo:

"Nuova Vita per il Teatro Olmi e importante opportunità per i giovani latianesi grazie al progetto “Le Terre di Laerte”.

Inaugurato ieri serail progetto “Le terre di Laerte” in attuazione del programma regionale “Bollenti Spiriti” che restituisce il Teatro Olmi ai Latianesi in una veste tutta nuova ponendosi come opportunità per tanti giovani.
Questo è stato possibile grazie alla realizzazione di un’idea progettuale in attuazione di una deliberazione regionale che proponeva finanziamenti per progetti finalizzati alla rivitalizzazione economica, sociale e urbana di aree o spazi degradati a favore dei giovani.
Proprio la possibilità di dare nuova vita ad uno spazio storico per Latiano intervenendo al contempo a sostegno di tanti ragazzi latianesi valorizzandone le capacità e le potenzialità creative, professionali ed occupazionali,ci ha spinto ad aderire al programma regionale che coinvolge oltre al Comune di Latiano, in qualità di comune capofila, anche i comuni di Torre S. Susanna e di Erchie mediante un protocollo di intesa e la candidatura di un progetto unico intitolato “Le Terre di Laerte”.
Per Latiano abbiamo pensato di intervenire sul Cinema Teatro Olmi  predisponendo un progetto di recupero ed infrastrutturazione trasformandolo in un luogo per la programmazione e la produzione dello spettacolo dal vivo, con un’attività di formazione specifica intorno ai mestieri dello spettacolo quali teatro e musica.
Ad essere stato individuato come soggetto gestore è la Soc. Coop. Corda Fratres di Taranto che accompagnerà i giovani a conoscere la struttura del Cinema Teatro Olmi e lo spazio del teatro e del cinema come un possibile spazio di vita, come un possibile luogo privilegiato di incontro, di ascolto, di proposta dove poter anche programmare e promuovere, seguiti da validi esperti del settore, percorsi di formazione mediante laboratori e stage per comprendere i mestieri che ruotano intorno alla struttura quali: lo scenografo, il regista, l’attore, il direttore d’orchestra, il direttore di palcoscenico, il costumista, il tecnico audio e luci, ed altre figure professionali.
Con l’attuazione di questo importante progetto in un solo colpo si riesce a riesumare, donandogli nuova linfa vitale, una struttura storica del paese quale il Cinema Teatro Olmi è, e soprattutto si riesce a creare un’importante opportunità per i numerosi giovani latianesi dando loro la possibilità di valorizzare le proprie capacità e potenzialità creative, professionali ed occupazionali".
(comunicato Ufficio Stampa Comune di Latiano).

---------------------
LA VOCE DI LATIANO: il blog dei latianesi 

Il PSI latianese, nel nuovo comunicato politico, chiede di "investire sulla politica"

Riceviamo e pubblichiamo:

"Investiamo sulla Politica.

Non lasciamo morire la politica, quest'ultima rappresenta una grande opportunità e una speranza per il nostro futuro.

Il grande e vasto problema che affligge oggi la politica,  del quale abbiamo fatto menzione  qualche tempo fa e verso il quale intendiamo spendere energie per migliorare la situazione e invitare tutte le formazioni politiche  affinché  investano per  puntare su di una inversione di rotta,  è la scarsa partecipazione da parte dei cittadini alla vita pubblica e la fuga dal mondo della politica.
Una fuga in generale giustificata da una situazione politica nazionale caratterizzata finora dalla poca credibilità e da un rapporto di fiducia quasi scomparso. Il malessere diffuso e la non tutela del bene comune e delle istituzioni democratiche a tutti i livelli, hanno portato a questa drammatica situazione.
A livello locale è da anni che assistiamo ad un continuo allontanamento dei cittadini  da una responsabile partecipazione alla vita politica e democratica che sta complicando sempre di più i rapporti con le Istituzioni. Basta leggere alcune affermazioni sui social network per rendersi conto del clima attuale e in molti casi dalla ignoranza che genera comportamenti poco rispettosi e offensivi.
Sono problemi che riguardano tutti i partiti sia storici che quelli meno datati e che toccano la democrazia. E' vero che un po' meno colpisce i nuovi movimenti che riescono sì a riempire le piazze durante le pubbliche manifestazioni ma anch'essi hanno di fatto difficoltà a coinvolgere attivamente tanti cittadini nella formulazione di valide proposte e nell'attuazione delle scelte politiche. Insomma manca la vera partecipazione.
Noi vediamo molta incertezza nel quadro politico futuro locale oltre che nazionale, perché il solo fatto di constatare che sempre meno cittadini siano prestati o almeno interessati alla politica,  lascia a delle premesse non certo incoraggianti.  E' un grande danno per tutti, oltre al pericolo che sta correndo il nostro sistema democratico.
La partecipazione infatti è un fattore molto importante nella vita sociale di ogni cittadino perché essa è in grado di influenzare le decisioni politiche, e può selezionare e controllare il personale politico attraverso le elezioni.
Altresì, la partecipazione è in grado di sviluppare una cittadinanza sempre più informata, più interessata ed attiva di fronte alle problematiche sociali emergenti.
Partecipare comporta un maggior confronto fra individui, un “diverso” approccio a problemi comuni.
Ovviamente, la partecipazione richiede degli sforzi importanti, ha indubbiamente un costo e investire richiede impegno e sacrificio,  ma il tempo investito avrebbe certamente un beneficio futuro per la collettività.  Ci giochiamo infatti le  possibilità di avere un panorama politico locale composto da tante note musicali che tutte assieme sarebbero in grado di dare vita ad un grande spartito, lo spartito della musica democratica, dove ciascuno dei musicisti  costituirebbe la futura classe politica dirigente, in grado di governare la città in modo sicuro,  grazie ad una preparazione a monte e ad una esperienza costruita sul campo, elementi essenziali per gestire una comunità nell'interesse generale, con l'occhio costantemente puntato al futuro, un futuro diverso da quello che oggi appare all'orizzonte.
Un deserto politico ci aspetterebbe infatti nel caso in cui non si intervenisse su questo problema.  Le sempre più frequenti tempeste di sabbia portano a questo genere di considerazioni e ciò ci lascia profondamente turbati e preoccupati ma anche convinti di ciò che si possa e si debba fare.  Non possiamo restare a guardare mentre rischiamo un futuro di ulteriore impoverimento politico, economico, sociale che costituirebbe la totale distruzione.
Il principio della sovranità popolare viene sottolineato dalla nostra Costituzione, e diventa doveroso per chi Governa, puntare al miglioramento del rapporto tra Istituzioni e cittadini, sul piano delle decisioni e sulla gestione del bene comune.
Occorrerebbe quindi avviare un percorso formativo di avvicinamento all'impegno politico da parte di giovani e donne della nostra città.  Conoscere la politica, le sue forme di aggregazione, il ruolo dei partiti, i principali strumenti della nostra democrazia.
Da questo percorso formativo uscirebbero fuori le nuove e brillanti energie da prestare al mondo della politica e da impiegare nella pubblica amministrazione e dintorni.  Insomma occorre far nascere una "scuola della politica" che sappia "sfornare" nuove leve della politica, necessarie alla città ed al territorio.
Tutti i partiti hanno il dovere di riprendere a lavorare su questo tema e di assolvere a questo compito. E' un dovere nei confronti della società e della nazione.
Tornare ad investire nella politica,  significa rispettare a pieno i principi costituzionali e  restituire spazio alla democrazia. La politica attraverso le sue scelte decide le sorti di una città o di un intero Paese, e quindi le sorti comuni.
Tutto ciò appare necessario se si vuole un futuro diverso. Non possiamo permetterci di immaginare un futuro con una classe politica improvvisata che non farebbe altro che portare alla dissoluzione del nostro territorio e del nostro Paese.
E' auspicabile quindi una vasta partecipazione, una corretta informazione, e una continua formazione ed investimento su tali tematiche.
Invitiamo l'amministrazione comunale a voler riflettere su questo argomento intraprendendo un tema di pubblica discussione assieme a tutte le forze politiche che intendono onorare il loro ruolo di "portatori di democrazia", auspicando che esca fuori un bel progetto al riguardo.  Prendere a cuore le sorti della politica significa tenere alle sorti di tutti noi, della nostra città, del nostro futuro e della nostra democrazia. Dedicare e destinare parte del proprio tempo su questa problematica e sulla possibilità di intervento non può che avere risvolti positivi. La rinascita della nostra città, del nostro territorio e del nostro Paese passano per la passione politica dedita all'insegnamento, alla trasmissione di valori, alla crescita umana e culturale della nostra società,  al costante lavoro di risveglio delle coscienze. Il futuro passa anche dalle nostre mani.
f.to. Cristian Parabita
PSI - GRUPPO DI LATIANO".

----------------------
LA VOCE DI LATIANO: diamo voce ai latianesi